Scatti di Sydney. Storia per immagini di una città unica


Concordo con chi dice che Sydney manca di personalità, la vita è easy, alla fine non ha vissuto la guerra ed è sempre vissuta lontana da fenomeni sociali e globali, per cui il fascino, che si basa su questi passati, ne risente gravemente. Nonostante questo, la città si distingue dalle altre per altre caratteristiche. La prima impressione che ho avuto quando la vidi fu “mica stupidi questi inglesi, hanno costruito la città nel posto più bello del mondo”. La Baia di Sydney è, appunto, una meraviglia del mondo e la città è stata costruita amalgamandosi perfettamente con l’ambiente che la circonda. Non bisogna quindi sottostimarla solo perché esce dai canoni con i quali noi italiani siamo soliti vedere alle città. La città intanto non è da intendere come quelle di stampo europeo. Sydney è in realtà un agglomerato urbano non una città. E’ composta da numerosi sobborghi ognuno straordinariamente diverso dall’altro. Così a Surry Hills ed a Glebe troviamo villette a schiera stile inglese, con giardinetti e piccoli balconi, mentre poco più in là, oltre la stazione, troviamo l’inizio del CBD con costruzioni in muratura ottocentesco che lasciano spazio, man mano che ci si addentra verso Circular Quay, a grattacieli molto avveniristici che però non stonano con l’ambiente circostante. Si può abbandonare il centro e dirigersi verso le spiagge oceaniche dell’est, tra cui le più famose Bondi e Cooge. I quartieri e le strade qui sono stupende. Seguendo la strada, fatta di sali e scendi, s’invidiano letteralmente quei quartieri dove ogni villa ha una vista su un paesaggio mozzafiato. Ma se avessi i soldi e potessi scegliere un posto dove vivere a Sydney, sceglierei senza dubbio Manly. Facendo un giro a piedi troviamo ville con a pochi passi il mare piatto della baia, a qualche centinaio di metri l’oceano e tutt’intorno foresta. Cioè intendo letteralmente, la vegetazione subtropicale è rimasta di fatto intatto, e la costruzione viene praticamente ricoperta dal verde della vegetazione. La cosa che colpisce è che uno dei quartieri più calmi di Sydney, con praticamente una specie di parco nazionale all’interno, si trova a circa 15 minuti di traghetto dall’Opera House. Ci sono altri bei quartieri, Cina town è poco distinguibile se non dai numerosi asiatici che lo frequentano e da un padiglione cinese posizionato a Darling Harbour. Ecco, Darling harbour è un area che si è sviluppata grazie alle olimpiadi del 2000 ed è praticamente il porto privato più importante della città. Le numerosi imbarcazioni sono corniciate dai grattacieli sullo sfondo rendendolo un posto molto fotogenico. Tutto questo senza considerare i dintorni di Sydney. Le blue mountains e Port stephens sono posti facilmente raggiungibili dalla stazione centrale e sono tra le cose più belle che uno possa vedere in Australia.  Ma potrei continuare a parlare di Sydney ancora  per ore, per questo motivo vi lascio a qualche immagina e ad una lista di posti da vedere. In questo modo a quelli che vogliono fare una breve visita a Sydney o quelli che ci abitano e non ne hanno mai colto le opportunità, possono aver consiglio su dove andare.

 

Primo giorno – Opera house, Harbour Bridge, Botanic garden, Darling Harbour, Hide park, Circular quay, the rocks, King cross (la sera)

Secondo giorno – Da Bondi beach a Cooge beach

Terzo giorno – Manly, scenic walk , national park e le due spiaggie

Quarto giorno – Avalon, Palm beach e faro

Quinto giorno – Blue mountains (1h da Sydney)

Sesto giorno – Port stephens (3h da Sydney)

Settimo giorno – Port stephens (3h da Sydney)

Ottavo giorno – Attività in Sydney come salire sulla Sydney tower eye, scalare l’harbour bridge, giro in catamarano o  in semplice traghetto  per la città, giro allo zoo

 

Questi sono secondo me tutti posti che uno deve vedere se viene a Sydney. Ovviamente nel caso le escursioni le preveda di farle in futuro può saltarle. Ma essere a Sydney e in Australia e non fare queste cose sarebbe un vero scempio secondo me. Insomma uno potrebbe benissimo impiegare 10 giorni e vedere ogni giorno cose diverse. E guardate che vi sbagliate se credete che siano tutte sforzature. Penso infatti che tutti i posti elencati siano anche tra i migliori che abbia visto in Australia o che comunque reggono il confronto con molti altri posti.

 

Annunci

3 risposte a “Scatti di Sydney. Storia per immagini di una città unica

    • Grazie mille. Mi fa piacere detto da un blogger come te. Quando torni, se ti piace il blog, ci si può scambiare il link reciproco. (il tuo sembra molto interessante, cercherò di leggerlo il più possibile).
      Buon proseguimento di viaggio.

  1. Pingback: Forum - Zingarate.com • Leggi argomento - Dritte su Australia·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...