E quindi uscimmo a riveder le stelle


Ore 8, siamo nel mezzo ad una strada, non ci sono lampioni e le poche macchine che passano riescono solo a darci un breve scorcio della strada che stiamo percorrendo. Il sole è già tramontato da quasi due ore e la notte la fa da padrona. Ad un certo punto alzo la testa e vedo, per la prima volta da quando sono qui, le stelle. Una banalità? No, in una città come Sydney le stelle non si vedono, troppe luci e la maggior parte delle volte non hai neanche il tempo per fermarti e guardarle. Quando vivi in una città c’è sempre qualcosa da fare, ma l’esserci sempre qualcosa da fare significa non fermarsi mai e seguire sempre la corrente, la corrente della città. Non è una banalità anche perché le stelle non le avevo mai viste prima di oggi. Abituati alle nostre stelle noi non riusciamo a riconoscere neanche una costellazione di quelle che ci sono qua, inoltre non sono semplicemente diverse, sono semplicemente più belle. Il poter rivedere le stelle ha però un significato più importante, significa essersi finalmente allontanati dalla grande città ed essersi avvicinati alla natura, cioè al vero spirito dell’Australia.

E vi garantisco che addormentarsi guardando quelle stelle, dormendo nel proprio sacco a pelo vicino ad una spiaggia da cartolina è una sensazione che non dimenticherò facilmente.

Il primo posto che mi ha dato questa sensazione si chiama Port Stephens, baia a quasi 200 km di distanza da Sydney. Port stephens è una baia gigante, anche più di quella di Sydney, composta da numerose spiaggie divisa ognuna da montagne ricoperte di vegetazione, alcune delle quali spiagge è uno split, cioè una lingua di spiaggia che separa l’oceano dalla baia interna. All’esterno di port stephens si trova una spiaggia immensa, dove la costa è stata talmente erosa dall’oceano che le dune(alte anche 50m) si estendono per chilometri nell’entroterra.  Le onde sono talmente violente e le correnti così forti che neanche i surfisti di qua avrebbero il coraggio di mettere piede.

Vi voglio parlare di Port Stephens perché nonostante sia un posto veramente molto bello, è veramente poco frequentato dai backpackers che frequentano gli ostelli di Sydney. La maggior parte dei quali non lo conosce neanche di nome, e anche se lo conosce non sa come raggiungerlo; addirittura la Lonely planet è molto carente a riguardo… quindi i miei milioni di lettori saranno felici dei miei favolosi consigli per raggiungere questo straordinario posto, inoltre vi farò risparmiare anche qualche soldo. Infatti l’unico modo che  troverete su internet per raggiungere Nelson bay(località principale di Port Stephens) sarà tramite una compagnia di coach che vi farà pagare 60 dollari per andare e tornare. Se farete le cose da soli, ve la potrete invece cavare con 23 dollari. Allora, prima di tutto dovete prendere un treno per Newcastle, città discreta da 300 mila abitanti, pagando 8 dollari one way e da qui solitamente ogni ora passa un bus per Nelson bay a 4 dollari a volta. A Nelson bay c’è da camminare, in un giorno sarà dura vedervi tutto e per questo consiglio di rimanere almeno due giorni, anche perché per arrivarci da Sydney ci vogliono almeno 4 ore. Ci sono numerosi campeggi, gli ostelli non ce ne sono molti e per questo non costano poco, però sono molto belli. Senno potete fare come me, prendete un sacco a pelo e quando fa buio vi mettete a dormire sulla spiaggia o su un giardino un po’ più riparato. Per mangiare vi consiglio di portarvi qualcosa da casa, supermercati tipo coles o Woolworths ce ne sono, ma sono lontani dalla spiaggia e farvela a piedi non è facile, quindi magari se vi portate un po’ di salsicce da fare alla brace e qualche panino già fatto riuscirete a risparmiare diversi soldi. Senno ci sono sempre i ristoranti… io mi sono permesso di cenare in uno per farmi un piatto di pasta, spesa 20 dollari, ma alla fine era l’unico modo per mangiare visto che i panini li avevo già finiti nel pomeriggio… il mattino dopo sono andato a fare sandboarding, cioè una specie di snowboard ma sulle dune. Molto divertente e vi farete una discesa di qualche secondo, più che snowboard però è come andare sullo slittino visto che andare sopra la tavola in piedi è vietato(perlomeno in teoria),poi sono riuscito a farlo per 10 dollari invece che per 26 , prezzo per turisti… basta andare in mezzo alle dune senza usare il trasporto loro e vedrete che se farete un po’ gli indecisi quando vi dirà il prezzo, riuscirete a dimezzare il costo. Quindi se siete a Sydney e avete già visto le attrazioni principali della città; andateci!

Annunci

2 risposte a “E quindi uscimmo a riveder le stelle

  1. Ehi Ciao..! Grazie per il tuo Blog. Mi sarà molto utile 🙂 MA la prima perplessità leggendo questo articolo. Dormire in spiaggia con un sacco a pelo??! In italia è un concetto che non ti sogneresti neppure 🙂 Te lo sei potuto permettere senza paure? Sembrerà una banalità ma mi immagino dormire con un sacco a pelo nelle spiaggie venete.. un rischio continuo tra persone che ti cacciano e paura di assasini o maniaci 😀 Thank Mate! God bless you!

    • Ma figurati, spero che sia d aiuto a molti. Riguardo al dormire in spiaggia inutile dirti che quaggiù la mentalità è diversa… Era più facile che ci invitassero a dormire a casa loro che ci cacciassero( pensa che un mio amico è stato ospitato da uno sconosciuto per più di un mese). Poi qui delinquenza nn ce n’è, ho vissuto a Sydney città più grande di Roma eppure mai mi sono ritrovato in una situazione spiacevole, quindi immagina negli altri posti più piccoli. Se uno vuole ed è insieme a qualcun altro può secondo me smettere di prendere ostelli( il c.d barbun tour)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...