Blue mountains, un posto incontaminato poco fuori Sydney


Visto che non ho nè nuove notizie nè aggiornamenti particolarmente interessanti ho deciso di fare un post sulle blue mountains, una delle attrattive fuori Sydney più popolari. Prima di tutto bisogna dire due cose, la prima è che chiamarle montagne non è proprio il termine esatto, cioè è vero che si trovano ad un altezza niente male (penso sui mille metri) però più che montagne sono un altopiano formato da canyon , da formazioni rocciose e da una foresta vergine composta perlopiù da alberi d’eucalipto e da gumtree. L’estensione di tutto questo è pressochè impressionante, a causa della linea dell’orizzonte non si è in grado di vedere una fine, e anche in una giornata limpida come lo è stata la mia, si vedrà solo alberi e montagne  a perdita d’occhio.

L’attrattiva principale sono tre formazioni rocciose, chiamate three sister, che rappresentano un po’ il simbolo di queste montagne. C’è da dire che sì sono belle, ma le blue mountains sono certamente altro. Per uno che non è mai stato qui, arrivare alle Blue mountains significa provare il primo assaggio di vera Australia. Capire che la flora(e anche la fauna) è completamente diversa da quella a cui siamo abituati. Alberi e una vegetazione mai vista, che sembra un incrocio fra la nostra e quella tropicale, quindi un effetto strano che forse dalle foto non si riesce a cogliere.

Per visitare le blue mountains in modo decente occorre necessariamente intraprendere il bushwalking, ovvero una passeggiata su percorsi all’interno della foresta. Esistono così tanti percorsi che per avere un bello scorcio occorrerebbero almeno due giorni. La maggiorparte delle persone, e anchio, mi sono limitato a fare tutto in giornata, scegliendo un percorso principale da 6 ore e un altro (che poi si dirama dal primo) di un oretta. Esistono però anche percorsi da 3 giorni e mezzo che devono essere veramente stupendi, però a meno che non siete ultra allenati o abbiate manifeste tendenze suicide ve lo sconsiglio vivamente. Questo ve lo dico perchè io, italiano medio ovvero con ultima attività fisica risalente a qualche anno fa, ho faticato non poco per completare il percorso che mi ero imposto. Arrivato alla fine imploravo qualche divinità superiore affinchè mi facesse arrivare al più presto alla fine di quella tortura fisica… e pensare che all’inizio ero tutto pimpante e convinto delle mie forze fisiche. No insomma, percorso stupendo che io ho fatto all’incontrario, quindi ho dovuto fare un “piccolo” tratto di percorso che si chiama Giant Stairway alla fine. Ok, Giant Stairway capirete cosa sono. Una scalinata infinita composta da scalini alti quasi quanto il mio ginocchio. Capito? Provate a farla in salita dopo aver fatto 6 ore di camminata e riuscirete a capire il perchè di questo mio ritrovato spiritualismo. Comunque no veramente molto belle, durante la cammianta ci sono numerose cascate, di cui una veramente molto alta, inoltre dice che con un po’ di fortuna si possono vedere i koala (io non li ho visti), e se siete appassionati di birdwatching potrete veramente divertirvi (io ho riconosciuto solo dei pappagalli dai colori veramente molto belli).

Per visitare le blue mountains ci sono molti tour organizzati che vi possono portare la per cifre che di solito si aggirano intorno ai 60$. Voi fregatevene, andate alla stazione centrale, prendete un biglietto andata e ritorno per Blacktown e lo pagherete 15$. Da Blacktown prendete una navetta gratuita per Katoomba. In totale ci metterete due ore e mezzo per raggiungere quest’ultimo paesino di montagna. Dalla stazione di Katoomba dovrete farvi una mezzoretta a piedi per raggiungere l’echo point, da dove potrete ottenere qualche informazioni sui percorsi e da dove potrete avere un ottima vista sulle blue mountains. Se volete una mappa, vi costerà 3 dollari ( è pazzesco che non ne diano una gratuita). Insomma raggiungere le blue mountains da Sydney è economico e ne vale veramente la pena .

Ah comunque per aggiornarvi brevemente della mia situazione, io sono ancora a Sydney, in attessa di questo lavoro in farm vicino ad Adelaide che inizia a fine Aprile, inizio Maggio. Quindi devo ancora aspettare prima di iniziare a lavorare e di mettermi da parte qualche soldo. Ora ho 3 settimane di buco e sono molto indeciso su come riempirle. Se resto qua a Sydney molto probabilmente mi farò un corso d’inglese, altrimenti ne approfittò per esplorarmi un po’ l’Australia (forse la Tasmania).

Annunci

8 risposte a “Blue mountains, un posto incontaminato poco fuori Sydney

  1. Bravo bravo un pó di allenamento fisico non ti fà dicerto male, anche se a pensarci, 6 ore di camminata sono molto dure…. Stammi bene Ciccio….. Divertiti anche per noi!!!!

  2. Certamente la faró prima o poi…..Ti devo fare una domanda… Magari questo non è il posto adatto per chiedertelo,ma te hai un orario in cui vai in internet??non ti ho mai beccato su facebook….dimmi più o meno l’ora tua, in cui ti connetti solitamente se puoi… Magari ti scrivo in diretta così….ciaoooo

    • Io solitamente mi connettevo nella fascia oraria che va dalle 4 alle 10 di mattina.. ora uso l’internet dell’iphone e quindi posso connettermi ad orari anche un po’ più decenti per voi, cmq lo stesso la mattina o massimo fino alle 3 di pomeriggio.

  3. Perché non scarichi viber…. Io e massi abbiamo l’ iPhone. Se hai una connessione ci si può sentire…a voce senza pagare….

  4. È vero, le blue mountains da dentro non rendono l’idea. Comunque la mia camminata là è stata più una prova di sopravvivenza, 5 ore sotto piogge torrenziali e attaccati da stormi di sanguisughe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...